Sprechi alimentari e limitazione degli sprechi

E’ stata pubblicata la Legge n. 166 del 19 agosto 2016  “ Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”.

I principi e gli obiettivi prioritari di questa legge sono:

  • Favorire il recupero e la donazione delle eccedenze alimentari ai fini di solidarietà sociale, destinandole in via prioritaria all’utilizzo umano.
  • Favorire il recupero e la donazione di prodotti farmaceutici e di altri prodotti ai fini di solidarietà sociale
  • Contribuire alla limitazione degli impatti negativi sull’ambiente mediante azioni volte a ridurre la produzione di rifiuti ed a promuovere il riuso ed il riciclo al fine di estendere il ciclo di vita dei prodotti
  • Contribuire alla prevenzione dei rifiuti e dello spreco alimentare nonché alla riduzione della quantità dei rifiuti biodegradabili avviati allo smaltimento in discarica
  • Contribuire alla informazione e sensibilizzazione dei consumatori e delle istituzioni con particolare riferimento alle giovani generazioni

Questa nuova legge ha introdotto l’obiettivo di ridurre gli sprechi in tutte le fasi della produzione, gestione e vendita  del cibo.
Contiene le linee guida per prevenire lo spreco anche in mense scolastiche, aziendali e ospedaliere. Rende possibile la donazione, intesa come cessione a titolo gratuito, delle eccedenze alimentari  a enti pubblici e privati senza scopo di lucro aventi finalità civiche e solidaristiche.
Promuove modelli di consumo e di acquisto improntati a criteri di solidarietà e sostenibilità.

La legge prevede anche benefici fiscali per chi dona; i comuni per esempio possono applicare una riduzione della TARI alle utenze non domestiche proporzionata alla quantità delle donazioni.

In definitiva quindi tante iniziative che ora, anche grazie al sostegno di queste  recenti disposizioni normative,  possono   essere ulteriormente  incentivate.