UNO contro ZERO – Smaltimento gratuito dei rifiuti elettronici di piccole dimensioni

E’ entrato in vigore ( venerdì 22 luglio 2016) il Decreto Ministeriale 121, meglio conosciuto come il Decreto “uno contro zero”, relativo al ritiro dei Raee, rifiuti elettrici ed elettronici, di piccolissime dimensioni.
Si tratta di smartphone, mp3 player, rasoi elettrici, piccoli tablet, lampadine e  altri piccoli prodotti elettronici d’uso comune.

La normativa semplifica le procedure applicate al ritiro gratuito, da parte dei distributori, dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee) di piccolissime dimensioni, di provenienza domestica, favorendo l’incremento di questo tipo di raccolta.

Questa norma in pratica, consente al cittadino di consegnare al negoziante, qualora disponga di una superficie di vendita dedicata alle attrezzature elettroniche  superiore ai 400mq, l’apparecchio elettrico ed elettronico di piccolissime dimensioni (dimensioni esterne al massimo di 25cm) da buttare, senza avere l’obbligo di acquistare un prodotto equivalente o qualsiasi altro prodotto.

Per i negozi più piccoli questa  modalità di raccolta  rimane facoltativa e si aggiunge all’obbligo dell’uno contro uno (in vigore dal 2010) valido per tutti i Raee e che impone al distributore il ritiro del rifiuto in caso di contestuale acquisto di un prodotto nuovo equivalente.

Inoltre fra le novità del decreto “uno contro zero” c’è un’importante semplificazione burocratica per questo tipo di raccolta in quanto non è più necessario richiedere e registrare i dati di chi conferisce il rifiuto, snellendo così la procedura per ambo le parti.